Xante Battaglia

” [...] Colpisce del lungo lavoro di Xante Battaglia la pratica mnemonica costante, l’attualizzazione di tutto e tutti, nel tentativo utopico di creare un archivio collettivo dei gesti; elevati al rango di profeti dalla Storia e condannati poi a sfuggirne alla chetichella, il furor popoli che ne ha accompagnato gli esordi ha lasciato il posto al furor creativo che ne ha intravisto nuovi profili, molto dissimili da quelli pianificati a tavolino dai look-maker in cui tutto è simbolico, forse più veri di quelli ai quali la propaganda ci aveva abituato e che abbiamo scoperto poi essere solo tristi porzioni di irrealtà [...]“.

(da testo critico Xante Battaglia | Prima e dopo la Storia, a cura di Gaetano Salerno)

 

Xante Battaglia – Prima e dopo la Storia_testo critico